Quando Satana chiamava Wojtyla “vecchiaccio”: da Pio XII a Francesco, quasi un secolo di Papi esorcisti

cristianesimocattolico:

di Antonino D’Anna (Affari Italiani, 21/05/2013)

Pio XII, Paolo VI, Giovanni Paolo II e Benedetto XVI. E adesso Francesco: mai come negli ultimi 70 anni la figura del demonio è tornata in auge nella Chiesa. E mai come in questi ultimi 40 anni si è tornati a parlare del ruolo dell’esorcista, sacerdote appositamente formato e autorizzato dal proprio Vescovo diocesano per scacciare i diavoli nel nome di Cristo. Perché da secoli la Chiesa ha riservato questo particolare ministero (chiamato esorcistato) proprio a sacerdoti di provata fede, per evitare che qualche laico si lanci in operazioni a rischio. L’esempio più banale, senza immaginare scene degne de “L’esorcista” (1973): molto spesso un indemoniato di corporatura gracile è capace di sollevare mobili molto pesanti o parlare lingue sconosciute. Senza contare che senza l’adeguata fede e preparazione il combattimento contro Satana potrebbe risultare vittorioso per il Nemico di Dio.

PIO XII CONTRO SATANA E HITLER — Se guardiamo al XX secolo, uno tra i Papi esorcisti è Pio XII, Eugenio Pacelli. Si narra che il “Principe di Dio”, durante la seconda Guerra mondiale, ogni mattina all’alba celebrasse un esorcismo diretto a liberare Adolph Hitler dal Maligno. In effetti il Fuhrer. La notizia è confermata dal gesuita Peter Gumpel, postulatore della causa di beatificazione di Pio XII e da Andrea Tornielli, che ne ha scritto su “30 giorni”, il mensile diretto da Giulio Andreotti, nel 2002: “Nei momenti più bui della guerra, Pio XII tentò più volte di ‘liberare’ l’anima del Führer dal diavolo, con tutte le invocazioni previste nel rito dell’esorcismo: ‘Nel nome di Gesù, satana, vattene… Tu che sei stato sconfitto nel mar Rosso da Mosè, tu che venivi scacciato da Saul grazie ai salmi cantati da Davide, tu che sei stato dannato nella persona di Giuda…’”. Il problema dell’esorcismo “a distanza” è che, come ha anche detto padre Gabriele Amorth, 50.000 esorcismi all’attivo e decano degli esorcisti italiani, è necessario che l’esorcizzando sia presente e consenziente, altrimenti c’è poco da fare. Ma Pacelli ci tentò lo stesso. […]

UNA LOTTA MILLENARIA — Insomma, il Vicario di Cristo ha un bel da fare. Ed è nella lotta ai demoni che riconferma il suo ruolo e la sua forza. Padre Federico Lombardi ha smentito ieri che il gesto compiuto da Francesco fosse un esorcismo (come del resto ha dichiarato ad Affaritaliani lo studioso di demonologia Vincenzo Scarpello), parlando di una preghiera per una persona in difficoltà. Anche se non pochi esorcisti, interpellati dalla stampa ieri, si sono affrettati a certificare quanto avvenuto in San Pietro proprio come un esorcismo. La lotta tra Bene e Male continua.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...