Il magistero di Pio XII e la “carità intellettuale”

Cooperatores Veritatis

L’Autore si prefigge di riesaminare il Magistero di Pio XII con le «giuste categorie storico-ermeneutiche», in modo da favorire la comprensione del «criterio decisivo per risolvere i complessi problemi del rapporto fra dogma e pastorale che oggi sono al centro del dibattito teologico a proposito dei documenti dottrinali e disciplinari con i quali i papi del post-concilio (il beato Paolo VI e san Giovanni Paolo II) hanno inteso dare piena attuatone e opportuna applicatone alle direttive pastorali del Vaticano II». Attraverso gli insegnamenti di Pio XII, infatti, si possono prevedere e sperare frutti abbondanti derivanti da una “sana filosofia” e da una retta concezione dell’esegesi biblica.

View original post 6.717 altre parole

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...