«La riconoscenza non è di questo mondo»

Il Vaticano sapeva dell’Olocausto, ma non lo denunciò per svolgere un’azione umanitaria in favore degli ebrei. Pio XII però capì che quella scelta lo avrebbe esposto a critiche.

Continua a leggere “«La riconoscenza non è di questo mondo»”

Così Pio XII si oppose alla violenza nazista

Gli archivi vaticani messi a disposizione dei ricercatori storici non possono che confermare quanto già ampiamente provato circa l’opera di papa Pacelli in difesa degli ebrei perseguitati da Hitler.

Continua a leggere “Così Pio XII si oppose alla violenza nazista”

Su Pio XII il Vaticano aveva già pubblicato tutto. Niente scoop.

A pochi giorni dall’apertura del fondo della Segreteria di Stato sul pontificato di Pacelli, parla il gesuita padre Giovanni Sale: «Le carte, tutte, relative alla questione ebraica sono già note dal 1965. Fu Paolo VI a volerne la pubblicazione. Ora gli storici di tutto il mondo potranno verificarne il contenuto sui documenti originali. La parte più interessante? È quella relativa al Dopoguerra ma sembra non interessare a nessuno».

Continua a leggere “Su Pio XII il Vaticano aveva già pubblicato tutto. Niente scoop.”

Su Pio XII polemiche strumentali. La sua santità è evidente

«Affermare che papa Pacelli non avesse alcuna intenzione di salvare gli ebrei, è molto grave, perché è anche un giudizio morale». «Tutta la documentazione esistente smentisce la presunta insensibilità per le sofferenze degli ebrei». «Motivi ideologici dietro la leggenda nera su Pio XII».«Il processo di beatificazione non si è mai interrotto, ci sono alcuni presunti miracoli allo studio». Parla Emilio Artiglieri, presidente del Comitato Papa Pacelli-Associazione Pio XII.

Continua a leggere “Su Pio XII polemiche strumentali. La sua santità è evidente”

Non perdonano a Pio XII di aver salvato 880mila ebrei

Le accuse a Pacelli sono sempre le stesse, basate sul nulla. Il silenzio di Pacelli è una favola per imbecilli creduloni.

Continua a leggere “Non perdonano a Pio XII di aver salvato 880mila ebrei”

Pio XII: lo storico Napolitano replica al rabbino Di Segni

Hanno sorpreso le dichiarazioni del rabbino capo di Roma Riccardo Di Segni: «È molto sospetto questo sensazionalismo, con i fascicoli già pronti e le conclusioni facili proposte sul vassoio». Lo storico Napolitano replica: «A che pro chiedere sempre la loro apertura se poi il giudizio sarebbe rimasto invariato, immutabile?».

Continua a leggere “Pio XII: lo storico Napolitano replica al rabbino Di Segni”

Il piano di Hitler per rapire Pio XII

Dal 2 marzo l’Archivio Apostolico Vaticano ha aperto agli studiosi di tutto il mondo la possibilità di consultare i faldoni riguardanti tutto il pontificato di Pio XII, fino alla morte del Papa avvenuta nel 1958. 

Continua a leggere “Il piano di Hitler per rapire Pio XII”

“Hitler voleva rapire il Pio XII”. Il piano segreto del Vaticano per salvarlo

Famiglia Cristiana presenta un’anticipazione de Il Vaticano nella tormenta di Cesare Catananti. Tra cunicoli e nascondigli si sarebbe provato a salvare il pontefice.

Continua a leggere ““Hitler voleva rapire il Pio XII”. Il piano segreto del Vaticano per salvarlo”

Il terzo Reich contro Pio XII. Papa Pacelli nei documenti nazisti

Pio XII amico di Hitler e dei nazisti, come lasciava intendere una pubblicazione di qualche anno fa? Pier Luigi Guiducci ha interrogato al riguardo i documenti del Terzo Reich, molti dei quali si trovavano in precedenza in Unione Sovietica e nella Germania Orientale. Dalla ricerca risulta esattamente il contrario: i gerarchi nazisti, specie nei messaggi coperti da segreto, espressero valutazioni ostili e denigratorie nei confronti di Pacelli fin dagli anni precedenti la sua elezione. Divenuto papa, egli continuò a tenere aperti i canali diplomatici per non privarsi della possibilità di intervenire a favore dei diritti umanitari. Non esitò, tuttavia, a opporsi alla violenza del Terzo Reich e a sostenere quanti si battevano a favore dei perseguitati.

Continua a leggere “Il terzo Reich contro Pio XII. Papa Pacelli nei documenti nazisti”

Così Pio XII salvò l’Italia dal comunismo

Fu Pio XII il primo a porre un ostacolo insormontabile all’espansione del dominio comunista in Italia. Sia con la scomunica del 1949, sia con le tre encicliche ed il radiomessaggio con cui, in occasione della repressione della Rivoluzione ungherese, condannò inequivocabilmente l’URSS. Ma il Pontefice fu altrettanto intransigente verso il nazionalsocialismo.

Continua a leggere “Così Pio XII salvò l’Italia dal comunismo”